Body Worlds – Mostra dei record

La Mostra dei record: Oltre 40 milioni di visitatori in più di 100 città del mondo.

A Firenze dal 25 novembre 2015 al 20 marzo 2016.

Leggiamo insieme questo commento di Ilaria Paradisi.
Se vi capita di trovarvi a Firenze fate un salto ed entrate a vedere la mostra “Body World”. La mostra è stata ideata da un chirurgo tedesco, e realizzata con corpi umani reali, donati alla scienza e trattati con un procedimento particolare che ne blocca la decomposizione. Il risultato è un’esposizione che, oltrechè sorprendente e spettacolare è anche molto istruttiva. Infatti, nonostante siamo avvezzi all’immagine del corpo anche nella sua nudità, del tutto insolita invece ci risulta la visione del corpo al suo interno.
La vista dei corpi così conservati svia la mente da qualsiasi considerazione estetica ed erotica (che quindi evidentemente non può prescindere dalla presenza di pelle e grasso corporeo. Meditate donne! ) e questo ci permette di fare riflessioni di altro tipo. Se è vero che tutti i corpi all’interno sono uguali il vero miracolo sta nel fatto che, nonostante essi funzionino tutti nella stessa maniera, le nostre menti sono così diverse. E allora facciamo tesoro di questa diversità e diamole risalto! La cosa che più colpisce è che la nostra “originalità” è tutta racchiusa in questa specie di “spaventapasseri” filamentoso che vedete nella foto.
bw4

Quello è il nostro sistema nervoso, che parte dal cervello, scende lungo la colonna vertebrale con un cordone filamentoso chiamato “midollo spinale” per poi diramarsi con filamenti sempre più piccoli in tutto il nostro corpo. Quella che si vede è solo la struttura principale ma esso si propaga con altri filamenti più piccoli fino a diventare invisibile ad occhio nudo, nelle parti più periferiche del nostro corpo. Dalla semplicità di una rete di fili così apparentemente fragili deriva la nostra possibilità di muoverci liberamente, di esperire la vita attraverso i sensi, la capacità di percepire il dolore quando il nostro corpo è in pericolo. Tutte queste possibilità danno vita ad una diversità di pensiero e di culture che dobbiamo coltivare e difendere, naturalmente dentro un sistema sociale di regole condivise, in cui la prima regola fondamentale è il rispetto di questo miracolo che è la vita propria e altrui.

E’ sempre un piacere leggere le riflessioni di Ilaria.
La mostra ideata dal medico tedesco e scienziato Gunther von Hagens dedicata al “vero mondo del corpo umano”. Permetterà di conoscere la straordinaria sinergia tra gli organi e gli apparati anatomici, che rende possibile la vita.
L’esposizione si presenta con l’allestimento dal titolo Al Cuore della Vita, focalizzato sul cuore, motore dell’esistenza, e sul sistema cardiovascolare: tramite la visione di interi corpi plastinati, una tecnica, creata da Von Hagens, che permette la perfetta conservazione di tessuti ed organi, sarà possibile comprendere com’è fatto il nostro corpo in maniera semplice ma estremamente dettagliata.

 

Ho pensato di inserire qui le domande più frequenti sulla mostra.

Che cos’è BODY WORLDS?
BODY WORLDS è una mostra scientifica. Da al visitatore informazioni sull’anatomia, sulla fisiologia e sulla salute, attraverso l’osservazione di autentici corpi e campioni anatomici umani. I preparati in mostra sono stati conservati con al tecnica della plastinazione, un processo di conservazione ideato da Gunther von Hagens nel 1977, durante la sua attività di anatomista presso l’Università di Heidelberg. La prima mostra BODY WORLDS si è svolta nel 1995 a Tokyo. Da allora le esposizioni sono state ospitate in oltre 100 città del mondo, visitate da oltre 40 milioni di persone.

Che cosa vedrò a BODY WORLDS?
La mostra è dedicata al cuore e al sistema cardiovascolare. Sono esposti più di 160 preparati anatomici tra cui plastinati corporei integrali, singoli organi e sezioni trasparenti. Il percorso è concepito come un viaggio alla scoperta del mondo celato dalla pelle: c’è una visione d’insieme dell’anatomia e della fisiologia del corpo umano. Le funzioni organiche, le patologie frequenti sono spiegate in maniera comprensibile a tutti anche ricorrendo al confronto tra organi sani e organi malati.

Qual è l’obiettivo di BODY WORLDS?
Lo scopo è essenzialmente divulgativo. Si vuole far conoscere al pubblico il funzionamento del corpo umano, mostrando anche gli effetti delle malattie e di uno stile di vita poco sano. Errate abitudini alimentari, abuso di alcol, dipendenze come quella dal tabacco minano la salute: vedere “dal vivo” gli effetti dannosi di certi comportamenti può essere più convincente di tante parole. L’intento non è fare del “terrorismo”, ma mostrare esattamente e inequivocabilmente che cosa succede dentro di noi. Le esposizioni intendono risvegliare l’interesse del pubblico per l’anatomia e la fisiologia, ampliando costantemente la conoscenza di questi ambiti.

Un bambino può visitare BODY WORLDS?
Non ci sono limiti d’età per visitare la mostra. Il corpo umano, la sua forma, il suo funzionamento, la bellezza intrinseca dell’anatomia conquistano adulti, ragazzi e bambini.

Perchè utilizzare preparati anatomici autentici? L’anatomia non potrebbe essere spiegata o studiata attraverso libri, modelli o ricostruzioni in 3 D?
L’autenticità dei plastinati permette di mostrare in modo realistico e immediato aspetti patologici peculiari e particolari anatomici. Trasmettono la consapevolezza che ogni corpo ha caratteristiche individuali, persino al suo interno, paragonabili all’unicità dei tratti somatici di un volto.bw

 

Perchè i plastinati vengono mostrati in pose dinamiche?
Le posizioni dei plastinati hanno una finalità didattica. Le pose “atletiche” servono – ad esempio – a mostrare come lavora il sistema muscolare durante l’attività sportiva. Le pose consentono ai visitatori di mettere i plastinati più facilmente in relazione con il proprio corpo.

Grande disappunto del pubblico per i pezzi censurati riguardanti la ginecologia e l’ostetricia. Ho raccolto una selezione dei commenti lasciati dai visitatori – grandi e bambini – durante le passate edizioni della mostra in Italia, a Roma, Napoli, Milano e Bologna.

bw1

<L’ho vista già 10 anni fa e oggi ho portato le mie bambine. È una mostra meravigliosa, ma mi vergogno di essere di Milano e non sono d’accordo che qui sia stata vietata la parte della gravidanza. Siamo davvero in un paese bigotto. L.

<Mostra bellissima. Peccato per la censura.
… comune ottuso! La parte della maternità manca… eppure siamo a Milano, non a Timbuctù! P.

<Aspettiamo gli altri pezzi che sono stati censurati… In una città cosmopolita è inconcepibile… La scienza avanza se anche l’uomo va di pari passo! L.

<Mostra interessante ed istruttiva, peccato per la mancanza della maternità e dei bimbi. Credo siano parte importante del ciclo della vita e illustrino i cambiamenti che nel corpo umano avvengono. C. P.

<Mostra interessante ed istruttiva. Molto originale ed accattivante, soprattutto per gli studenti di medicina che stanno studiando Anatomia. Ma anche per chi, già medico, rivede le cose studiate con un occhio più consapevole. Un solo appunto: della Medicina e Chirurgia fa parte anche la Ginecologia e l’Ostetricia, nonché la medicina fetale. Ed è un vero grande peccato aver censurato parte della mostra che alla categoria medica poteva interessare. È assurdo. Speriamo che in altri luoghi non siano così bigotti, altrimenti si privano i paganti di importanti conoscenze. F.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...