Recensione : Amagi di Sagar Prakash Khatnani

Sazia cuore ed anima.

Amagi è un concentrato di vita, da cui attingere quotidianamente.

Una bibbia dei giorni nostri, che racchiude leggende, racconti e miti delle grandi tradizioni religiose occidentali e orientali. Ponendoci di fronte alla bellezza dei dogmi di diverse culture, tutte egualmente in sintonia, in armonia l’una con l’altra.

“… quando si desidera qualcosa nel profondo, il mondo dispone gli eventi in modo da condurci verso il nostro destino. E in questi momenti che il viaggiatore deve mostrare il proprio coraggio, perché c’è una notte buia dopo ogni alba, e una tempesta dietro ogni nave.”

Nulla ci separa, tutto ci accomuna. Le preghiere che invochiamo sono le stesse, le fiabe hanno lo stesso sapore, l’amore che proviamo è identico e le emozioni che proviamo ci avvicinano.

Un’idea di pace ricorre in ogni singola pagina, insegnandoci il perdono, la fede e la forza per credere nei nostri sogni.

Jusef è alla ricerca della sua strada, molti incroceranno il suo cammino, lasceranno un messaggio, un ricordo che rafforzerà il suo spirito, anche quando tutto sembrerà perduto. E nonostante alcune disavventure non perderà mai la fiducia nel suo prossimo, aiuterà se stesso aiutando gli altri. Donerà la sua esperienza in modo semplice, come solo l’amore può fare.

“… e sentí con forza di essere una semente, un nucleo ; non voleva essere una pietra inerte… 
tutto ciò che è vivo cresce, matura e si trasforma, si assume il rischio di vivere, di patire la pioggia e il sole, di danzare alle intemperie. Solo ciò che è morto resta statico e impassibile, e persino l’acqua più pura ristagnando diventa putrida. “

Jusef sente che deve intraprendere un viaggio alla ricerca di se stesso e anche spinto da un sogno ricorrente che lo ossessiona da sempre. Le sue avventure lo porteranno a confrontarsi con monaci, schiavi, ladri, mercanti, prostitute e principi che gli faranno vivere una vita piena di storie memorabili. Arricchiranno la sua vita, da povero diventerà ricco, assaporerà il potere, ma sentirà anche il peso delle responsabilità, la sua coscienza lo porrà di fronte alla sua vita.

Donate Amagi ai figli, perché insegnerà loro il rispetto.

Donate Amagi ai genitori, perché donerà loro la forza.

Donate Amagi agli amici, perché insegnerà loro la solidarietà.

Donate Amagi agli amanti, perché insegnerà loro la perseveranza.

Donate Amagi, perché donerà a tutti Voi la libertà del cuore.

Sagar Prakash Khatnani , classe 1983, ci ricorda con meravigliosa semplicità i dettami di diverse culture orientali ed occidentali, attraverso questa favola antica come il mondo, ha saziato la nostra sete di sapere e ci ha ricordato precetti essenziali, con l’unico scopo di arricchire la nostra umanità. Grazie a Jusef e alla sua storia, l’autore è riuscito a “donarci” un momento di riflessione sulla Vita.

ama-gi

Questo simbolo cuneiforme appare su una tavoletta d’argilla vecchia più di quattromila anni, nella città sumera di Lagash.

Per i Sumeri significava letteralmente “ritorno alla madre”, perché gli schiavi che ricevevano l’atto di manomissione tornavano a casa.

Per gli storici, è la prima parola scritta per designare il concetto di LIBERTA’.

E si pronuncia “amagi”.

Lettura che esula dai miei generi preferiti, non l’avrei mai acquistato e tantomeno letto. Sono felice, invece, di averlo fatto, e per questo ringrazio la tre60 per avermi dato questa opportunità.

Lettura consigliata per tutte le età. Prosa semplice e trascinante.

Scheda dell’editore

Jusef sente che deve partire; lasciare tutto e tutti, anche il padre, cui lo lega un profondo affetto. Glielo dice ormai sempre più forte il cuore; glielo dice un misterioso sogno che fa ogni notte; glielo dice infine, nel giorno del suo ventesimo compleanno, un vecchio saggio da cui l’ha mandato proprio suo padre: «La vita ti chiama, sei destinato a una ricerca importante». Jusef non può più aspettare, comincia il suo viaggio… Sulle coste di un Mediterraneo senza tempo, attraverso deserti e città, Jusef incontrerà schiavi, mercanti, monaci, ladri, principi – l’umanità intera, e vivrà storie memorabili che gli faranno conoscere il senso autentico dell’amicizia, dell’amore, ma anche del dolore, del disinganno, della solitudine.

L’autore

sagar

Di origine indiana, Sagar Prakash Khatnani è nato nelle Isole Canarie nel 1983. Poche settimane dopo la pubblicazione diAmagi – suo romanzo d’esordio cui ha dedicato oltre sei anni di lavoro – è stato travolto dall’entusiasino dei lettori. Due mesi dopo l’edizione spagnola, il romanzo è partito alla conquista dell’America Latina e successivamente del resto del mondo.

L’onda del successo è partita dalla Spagna, è dilagata in America Latina e sta arrivando in Europa.

In libreria dal 23 giugno 2016.

Estratti

“La ragione e la passione combattevano nel mio animo come due cavalieri innamorati. Ma nel prestare più attenzione alla prima, me le sono giocate entrambe…
Ma il domani è solo un frutto della nostra immaginazione, un sogno; non esiste. Esiste solo l’oggi, il qui, l’ora. “

“… l’abitudine è la più letale delle malattie. 
Cibandosi della nostra mancanza di consapevolezza, ci fa soccombere a qualunque destino, dolore e disgrazia…
Quando ce ne rendiamo conto, l’abitudine ha già invaso il nostro essere… e nessuna cura è più possibile. “

“… Perché certe cose non si possono dire, ma solo capire.
Il mio regalo è insignificante, ma la tua felicità lo ha reso grande. Solo quando ritroviamo qualcosa che abbiamo perso ne scopriamo il vero valore.”

“La vita è il maggiore dei rischi.
Offre sempre la possibilità di un nuovo inizio, 
ma per affrontarla ci vuole coraggio.”

“… le loro anime sembravano conoscersi da lungo tempo.”

“… per quanto lunga possa essere la notte, il sole brillerà sempre all’orizzonte.”

“Le occasioni perse, 
non tornano
e le parole
ci restano sulle labbra.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...