Estratti da Le regole del tè e dell’amore di Roberta Marasco

Il è un notissimo infuso ricavato dalle foglie di una pianta legnosa, la “Camellia sinensis”, ed è la più antica bevanda dell’Estremo Oriente.

Andiamo alla scoperta di alcune varietà di tè, grazie a Le regole del tè e dell’amore di Roberta Marasco, romanzo edito da tre60.

Leggere Le regole del tè e dell’amore di Roberta Marasco, mi ha aperto un universo di sapori e sensazioni, legate tutte a questa ottima bevanda ambrata, e per questo motivo voglio condividere con voi le brevi introduzioni ai capitoli che l’autrice ha dedicato ad alcune varietà di tè esistenti.Bevanda entrata nel nostro quotidiano ormai da tempo, ma pochi conoscono la sua storia o le varietà, i rituali di preparazione e le curiosità.

Colgo l’occasione per ringraziare la tre60 per avermi proposto questa lettura, e per chi fosse interessato, può trovare la mia recensione nel mio Blog.

KEEMUN MAO FENG

Tè nero cinese dolce e aromatico, dal sapore pieno e deciso, con un sottile retrogusto di miele e di fiori, e una nota leggermente affumicata. È uno dei tè più importanti della Cina ed è considerato uno dei più raffinati. Al palato arrivano note speziate e di cioccolato, con un finale dolce e piccante che lo rende inconfondibile.

MOONLIGHT

Tè bianco raro e pregiato, proveniente dalla regione cinese dello Yunnan, dove viene raccolto esclusivamente a mano. Ha un gusto morbido, con note mielate, che ricordano la frutta matura. I germogli, grandi e vellutati, vengono raccolti ad aprile, dalle piantagioni ad alta quota, e fatti essiccare all’antica, al buio e su graticci di bambù.

TIE GUAN YIN

Uno degli Oolong più famosi ed apprezzati, dalle foglie carnose e dal profumo intenso e avvolgente. Il suo nome significa Dea di ferro e della Misericordia, dalla leggenda che narra di un contadino che si prese cura della statua della dea e fu ricompensato con una pianta di tè. Ha un gusto dolce e persistente quasi mielato, e un aroma intenso che ricorda gli agrumi. Ricercato anche per le sue proprietà drenanti e antiossidanti.

BI LUO CHUN

Dalle nebbie e delle foschie del lago Tai, uno dei tè verdi più pregiati, raccolto e lavorato interamente a mano, usando solo i germogli e le prime foglie. È un tè dal gusto dolce e raffinato, con un aroma dalle intense note fruttate che ricordano la pesca o la prugna. Il suo nome significa Chiocciola di giada di primavera, dalla forma a spirale delle foglie che ricorda il guscio di una chiocciola.

JIN XUAN

Oolong prodotto ad altitudini molto elevate, dal gusto fresco e delicato e con una consistenza simile al latte, quasi burrosa, ragion per cui è conosciuto anche come Milky Oolong. Le foglie si presentano arrotolate e si dischiudono al contatto con l’acqua, sprigionando il loro gusto dolce, con qualche nota che ricorda l’erba dei campi. Si presta a diverse infusioni successive, addirittura fino a sei o sette.

KENYA MARINYN

Tè nero africano dal gusto intenso e leggermente fruttato, di ottima qualità e ricco di gemme, proveniente dal giardino più famoso del Kenja. Si distingue per uno spiccato aroma floreale e il sapore ricco e corposo. L’infusione è scura, dai riflessi dorati. Consigliato per chi cerca un infuso deciso e ricco di teina. Perfetto abbinato al cioccolato.

ASSAM MOKALBARI

Tè nero indiano dal gusto morbido e deciso e dall’aroma speziato. Le lunghe foglie dalle punte dorate assicurano un profumo intenso e maltato, destinato a durare a lungo. L’infusione è di colore rosso scuro e nel sapore è possibile rintracciare alcune note dolci, come di pesche mature, insieme ad altre più piccanti e sorprendenti.

LUNG CHING

È uno dei tè verdi cinesi più antichi e pregiati, dalle foglie verdi dalle sfumature tendenti al giallo, che vengono essiccate piatte, senza arrotolarle. È un tè dolce, color giada, morbido e saporito, con un gusto persistente che ricorda la castagna e il pane tostato. Ha proprietà tonificanti e si dice che schiarisca la mente. Il suo nome significa pozzo del drago e ha origine da un dragone leggendario che salvò la zona dalla siccità.

TE’ BANCHA ALLA VANIGLIA

È il tè adatto a qualunque persona e a qualunque momento della giornata, per il suo contenuto molto basso di teina. Ha grandi foglie dal colore verde acceso, un gusto abbastanza dolce da poter evitare di zuccherarlo e un aroma intenso e avvolgente.

Qualche cenno storico

Sono molte le leggende sull’origine del tè. Una delle più famose ha come protagonista l’imperatore cinese Shen-Nung, celebre per la sua profonda conoscenza delle proprietà medicinali di erbe e piante. Il sovrano quasi tremila anni a.C. avrebbe scoperto casualmente che delle foglioline di uno specifico albero, cadute in un recipiente d’acqua in ebollizione, regalavano un profumo meraviglioso, trasformando l’acqua in bevanda dissetante e corroborante.

Nel 780 d.C. venne pubblicata la prima opera enciclopedica sull’argomento: “Canone del Tè” o “Ch’a Ching” del poeta Lu Yu.
Il tè veniva preparato seguendo nuove regole: le foglie erano pestate e ridotte in polvere finissima che passata in una ciotola, dopo l’aggiunta di acqua calda, veniva schiumata con un frustino di bambù. Il rituale molto preciso di quella preparazione sopravvive in parte oggi nella cerimonia del tè in Giappone.

Tutte le diverse varietà derivano dalle foglie della medesima pianta, ma sono create attraverso trattamenti differenti e presentano diversi gradi di ossidazione (comunemente chiamata “fermentazione”). I tè neri sono tè “fermentati”, i verdi sono tè “non fermentati” e gli oolong sono “semifermentati”. Una volta essiccato il tè può essere ulteriormente lavorato per dare vita a: tè aromatizzato, tè pressato e tè deteinato.

marasco

 

HUO SHAN HUANG YA

Tè giallo (classificato talvolta anche come verde) coltivato nella regione di Anhui, in Cina, sulla leggendaria Montagna gialla resa celebre da poeti e pittori. Si distingue per le foglioline sottili e lanuginose, verdi e oro, che ricordano tanto lingue di uccelli. L’infuso è dorato, con una consistenza cremosa e un sapore leggermente erbaceo, con note di castagne. Ai tempi della dinastia Ming e Qing era usato come tributo imperiale.

SNOW BUD

Tè bianco cinese di altissima qualità dal gusto raffinato, preparato usando solo i germogli migliori, raccolti nei primi giorni di primavera. I germogli sono coperti da una delicata lanugine argentea, del colore della neve, appunto. L’infuso che se ne ottiene è di colore ambrato, dall’aroma dolce e fruttato.

AMORE A PRIMA VISTA

Un “fiore di tè”, l’antica arte cinese che consiste nel legare insieme le foglie di tè in minuscoli bouquet, composizioni segrete di grande incanto cromatico. Le foglie di tè verde nascondono al loro interno fiori di amaranto, calendula e gelsomino, che “sbocceranno” lentamente, come per magia, una volta messi in infusione in una teiera di vetro. L’infuso ha un gusto morbido e dolce, e un profumo soave.

DARJEELING MONTEVIOT

Un tè di qualità eccelsa, ottenuta dal primo raccolto di primavera nel giardino Monteviot, uno dei più antichi e piccoli d’India. Si distingue perché, pur essendo un tè nero, assomiglia di più al tè verde, a cominciare dal colore delle foglie. L’infuso è dolce, di colore dorato, dai riflessi brillanti, con un profumo delicato e fruttato che ricorda gli agrumi.

EARL GREY

Celeberrimo tè aromatizzato al bergamotto, che prende il nome dal conte di Grey, eletto primo ministro britannico nel 1830. Fra le tante leggende che accompagnano l’origine della bevanda, una vuole che l’olio di bergamotto servisse a nascondere il gusto calcareo dell’acqua della residenza di Lord Grey e che lo preparasse appositamente per lui un mandarino cinese. Ha un profumo intenso, inconfondibile.

ROI DU YUNNAN

Pregiato tè nero cinese, dall’infuso ambrato e dal gusto pieno e fruttato, che sorprende per la sua inaspettata nota piccante e decisa. Ricco di gemme dorate, è un tè corposo, che conquista il palato, perfetto per il pomeriggio e per i momenti speciali.

GUNPOWDER

È il tè verde cinese più conosciuto e anche il più riconoscibile, grazie alle foglie arrotolate in palline piccolissime. Fu uno dei primi tè a essere importato in Europa e le foglie venivano arrotolate per proteggerlo durante il viaggio. Consigliato insieme alla menta o la cannella, ha ottime proprietà drenanti, oltre ad essere molto dissetante. Ha un gusto corposo ed erbaceo, leggermente pungente. I più pregiati vengono ancora oggi arrotolati a mano.

GOLDEN YUNNAN

Uno dei migliori tè neri cinesi, corposo e ricco di gemme dorate. L’infusione è di colore rosso e ha un sapore intenso e speziato, quasi pepato. Nell’aroma maltato si riconoscono note floreali, di cacao, caramello e nocciola. Ha un gusto unico, deciso e raffinato al tempo stesso, che non si scorda facilmente.

LAPSANG SOUCHONG

La caratteristica distintiva di questo tè nero cinese è l’affumicatura, con fumo ottenuto da legno di pino o di cedro, che gli conferisce un aroma inconfondibile. Il profumo ricorda la frutta secca, ma anche la resina, il legno e il sottobosco. Ha un gusto pieno, tostato, tagliente. L’infuso è ambrato, dall’aroma intenso e persistente.

ROOIBOS ALLA CANNELLA E ARANCIA

L’ideale per chi ama il Rooibos ma desidera arricchirne il gusto con qualche nota più speziata. Le scorze di arancia esaltano la dolcezza naturale del red bush, che si presta a essere bevuto in qualunque momento della giornata, famoso per le sue proprietà antiossidanti. La cannella rende unico il sapore, oltre a sprigionare un aroma avvolgente. Può essere bevuto caldo o freddo.

DIAN HONG FENG QUING

Uno dei migliori tè neri cinesi, composto quasi esclusivamente da gemme e piccole foglie dorate, coltivato sulle montagne della regione dello Yunnan. Il tè migliore viene ricavato da piante che hanno sessanta o anche ottant’anni. Ha un gusto avvolgente, con note di zucchero di canna e un profumo che ricorda il miele di montagna.

PAI MU TAN

Proviene dalla regione cinese del Fujian e viene fatto essiccare alle rigide temperature d’alta quota, per questo ha un gusto particolare, leggermente pungente. Ha un aroma pieno ed intenso e un sapore fruttato ed erbaceo, con un gusto caratteristico di miele. Una leggenda vuole che a raccoglierlo per la prima volta sia stato un giovane che sperava così di guarire la madre malata, sulle rive di un lago circondato da peonie bianche, da cui il nome del tè, Poenia bianca.

MATCHA

È il tè verde giapponese, l’antietà per eccellenza, per le sue incredibili proprietà antiossidanti. Le piante crescono al riparo dal sole, per poi essere raccolte a mano e ridotte in una polvere finissima, di colore verde smeraldo. A differenza del tè in foglie, non deve essere filtrato, ma bevuto insieme all’acqua, quindi è importante accertarsi che sia biologico. È il tè usato nella cerimonia giapponese del tè.

ROOIBOS CHAI

La cannella, lo zenzero e i chiodi di garofano si accompagnano al gusto dolce e delicato del  ”tè dei Masai”, con le sue note di nocciola, dandovi un sapore intenso e speziato. L’aroma piccante e il colore rosso scuro si sposano alla perfezione al gusto esotico della bevanda.

GYOKURO KIMIGAYO

Uno dei tè verdi giapponesi più pregiati, ricavato da piante che vengono tenute al riparo dal sole nelle ultime tre settimane prima della raccolta. Si distingue per l’elevata quantità di caffeina e stimola quindi il sistema nervoso. Le foglie sono verde scuro e lucenti e l’infuso, di colore giallo pallido, ha un aroma dolce e un gusto delicato. Kimigayo, ossia “ il regno dell’imperatore”, è anche il titolo dell’inno nazionale giapponese.

PU-ERH SHENG CHA

Pregiato Pu-erh verde stagionato, in foglie sfuse o pressato in forma di dischi o gallette. Trattandosi di un tè stagionato, cambia a seconda delle annate e dei raccolti, ma tendenzialmente si distingue per il gusto fruttato e affumicato, che combina le note dolci e quelle aspre ed erbacee. Può essere un po’ spiazzante per i palati meno abituati, anche per il suo retrogusto terroso, ma si è ricompensati da un’infusione unica e morbida al palato. In commercio vi sono alcune rarità che provengono da alberi che hanno più di 500 anni.

CHINA ROSE

Il gusto intenso del tè nero si ammorbidisce grazie alla dolcezza della rosa. Le foglie di tè nero provenienti dalla Cina vengono mescolate ai petali di rosa per ottenere un’infusione elegante e corposa, dal gusto amabile e deciso al tempo stesso.

YIN ZHEN

È il più famoso e il più caro dei tè bianchi, e per ottenerlo si utilizzano soltanto i primi germogli, non ancora schiusi. La leggenda vuole che a raccoglierlo per l’imperatore fossero ragazze vergini, con guanti di seta e forbici e vassoi d’oro. Il suo nome significa “aghi d’argento”, perché i germogli sono stretti e lunghi, coperti da una leggera peluria bianca. Ha un colore dorato e chiaro, cristallino, e un aroma soave, con un retrogusto di castagne e di fiori.

LU SHAN YUN WU

Shan in cinese significa montagna. Yun Wu invece significa nuvole e nebbia, per questo viene usato nei nomi dei tè che provengono da piantagioni avvolte nella foschia. Questo pregiato tè verde, che arriva dalle vette nebbiose del monte sacro Lu, si dice assicuri longevità a chi lo beve. Ha un aroma fruttato e un gusto vellutato, che resta sul palato molto a lungo.

ORIENTAL BEAUTY

Un Oolong che risale alla fine dell’Ottocento. Si dice che fosse bevuto perfino a corte e che debba il suo nome alla regina d’Inghilterra, che ne apprezzava il gusto dolce, dalle note fruttate. Il segreto del suo sapore è la ragione che per poco non spinse i contadini di Taiwan ad abbandonare la coltivazione: gli sciami di insetti che ne aggrediscono le foglie, cambiandone il colore che diventa giallo o viola, ma anche il gusto, molto più intenso e quasi mielato. È solo grazie alla testardaggine di un coltivatore se questo tè oggi è uno dei più apprezzati sul mercato.

CEYLON CECILIYAN

Elegante tè nero di Ceylon che si ottiene dai germogli dorati della piantagione di Ceciliyan, in una regione dal clima privilegiato. La piantagione porta il nome della moglie dell’uomo che la fondò, nel 1920. L’infuso è di colore ambrato, dal gusto intenso e caramellato, con qualche nota mielata e un accenno di cioccolato.

Casa Editrice    Tre60

Autore               Marasco Roberta

genere               Narrativa

dettagli              336 pagine, libro – cartonato con sovraccoperta

ISBN                   9788867022953

Cartaceo           euro 16.40

 

Annunci

3 pensieri su “Estratti da Le regole del tè e dell’amore di Roberta Marasco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...