Recensione : La voce nascosta delle pietre di Chiara Parenti

Le pietre mi hanno da sempre affascinato.

Sento, come i protagonisti di “La voce nascosta delle pietre”, che le pietre ci parlano, ci trasmettono la loro energia e in un certo senso ci raccontano la loro storia.

Quindi, con queste premesse, ho affrontato questa proposta di lettura della Garzanti con entusiasmo.

La storia parte in sordina, il ritmo in principio risulta lento e a tratti malinconico, ad un certo punto ho avuto la sensazione addirittura di arenarmi, ma non ho voluto desistere. La prosa scorrevole mi ha spinta a procedere, e ammetto che la curiosità l’ha avuta vinta, e sono stata ben ricompensata.

Per buona parte del libro l’autrice, Chiara Parenti, ci narra una sorta di”antefatto”. Descrive un’infanzia felice, contrassegnata da una gioiosa complicità tra Luna e Leonardo, per passare poi ad una adolescenza tormentata, per giungere, infine, all’età adulta, tra rimorsi e compromessi ad una malcelata rassegnazione.

Tre sono i protagonisti di questa storia, il nonno è il personaggio che ho amato di più, una figura chiave, ben delineata, con un ruolo preciso, che ha dato corposità all’intero romanzo; mi ha letteralmente conquistato.

Fin dalle prime battute ha saputo infondermi quel senso di benessere che mi ha donato conforto.

La sua presenza è risolutiva, con grazia e pazienza riesce ad infondere coraggio, e lo fa sempre attraverso le sue pietre, ogni messaggio viene recapitato con una gemma, e si ha un po’ la sensazione che quel pensiero sia diretto allo stesso lettore; il coinvolgimento è totale, avvolgente.

Ci si ritrova, lungo questo cammino, a scoprire e a riscoprire il significato di moltissime gemme, portatrici di forza, perseveranza, coraggio, amore, fedeltà…

Ogni passo dell’esistenza di Luna è scandito da una pietra in particolare che ha percorso con lei un tratto di strada, e quando la vita la pone di fronte ad un fatto doloroso e inaccettabile per il suo cuore, saranno loro che le indicheranno la strada da percorrere.

Il nonno sarà la spinta, il motore di questa rinascita. Luna non riesce a perdonare, non riesce a lasciarsi il passato alle spalle, la sofferenza e la solitudine patita durante quei lunghi anni non le permettono di perdonare il suo primo grande amore. Un errore di valutazione ha per sempre allontanato Leonardo da Luna, lui sogna e spera in un perdono consolatorio. Per lui nulla è cambiato anche se le loro vite ormai hanno preso strade diverse, con accanto persone diverse, lui spera ancora nel suo perdono.

Li accomuna un passato saturo di bei ricordi.

La loro sintonia era ed è ancora perfetta per molti versi. Leonardo cerca di far leva sulle loro passioni comuni, cercando in questo modo di far riaffiorare la vera Luna, quella avventurosa, audace, capace di sognare un futuro di cacciatori di gemme in giro per il mondo.

Un sogno che per Luna non si è mai realizzato per sua stessa volontà. Da quella maledetta notte nulla è stato come prima, il suo cuore si è inaridito, e la sua anima si è offuscata. Il suo mondo le è crollato addosso, affossando per sempre la sua fiducia in Leonardo e richiudendo i suoi sogni in un cassetto. Oggi Luna è una persona diversa e questo è inaccettabile per suo nonno, che ricorda con nostalgia quella ragazzina che voleva calcare le sue orme, animata dal brivido della ricerca per scrivere anche lei la sua storia di cacciatrice di pietre come il nonno, e prima di lui il bisnonno.

Leonardo è stato sempre una parte importante della sua vita, la conosce meglio di chiunque altro. La legge dentro, la sente anche quando resta in silenzio, sa ascoltare il suo cuore e più di ogni altra cosa ha coltivato i suoi stessi sogni. Nei momenti più significativi della sua vita Leonardo c’era, e ci sarà anche lungo questa ultima tappa che li costringerà a condividere, ancora una volta, un percorso doloroso che li porterà a riscoprirsi e a dare un nuovo significato alle loro vite.

L’essenza del libro è tutta racchiusa negli ultimi capitoli, in un crescendo di emozioni, si viene catapultati tra le maglie di una storia indimenticabile. Libro che mi ha lasciato molto, una piacevole sorpresa che sicuramente mi ha arricchito sul piano umano e morale, ho compreso appieno il messaggio d’amore e perdono e l’ho fatto mio. Perché la “«La vita con le sue difficoltà trasforma le persone. Come diamanti grezzi, ci taglia, ci smussa, ci lucida. Ma è solo l’amore che ci fa brillare».

Non mi vergogno ad ammettere che la commozione mi ha travolto, ho sentito ogni singolo battito dei loro cuori, ho percepito la loro essenza e sono riuscita a sentire anch’io “La voce nascosta delle pietre”.

Scheda dell’editore

Una storia unica e potente, un mondo affascinante come quello delle pietre. Un romanzo intenso sulle emozioni. Sulle scelte dettate dalla vita e sul coraggio di sovvertirle per seguire i propri desideri. Perché per ognuno esiste una pietra che può donare la felicità.

L’agata mi dà coraggio.
L’acquamarina mi regala felicità.
Ho imparato ad ascoltare le pietre.
Solo loro conoscono il mio destino.

Luna era una bambina quando il nonno le ha insegnato che l’agata infonde coraggio, l’acquamarina dona gioia e la giada comunica pace e saggezza. Ma ora che ha quasi trent’anni, lei non crede più che le pietre possano aiutare le persone. Non riesce più a sentire la loro voce. Sono solo sassolini colorati che vende nel negozio di famiglia. Perché il suo cuore porta ancora i segni della delusione: molti anni prima si è fidata di Leonardo, che attraverso le pietre le parlava di sentimenti, ma una notte lui l’ha abbandonata senza una spiegazione, senza una parola. E da allora il mondo di Luna è crollato. Fino ad adesso. Fino al ritorno di Leonardo nella sua vita. È lì per darle tutte le risposte che non le ha mai dato. Risposte che Luna non vuole più ascoltare. Ma suo nonno è accanto a lei per ricordarle come trovare conforto: le pietre conoscono la strada, basta avere il coraggio di seguirle.

«Correte, cadete, rialzatevi, e non abbiate paura di sporcarvi. I tesori più grandi sono ben nascosti, i diamanti affondano nel fango, ma non dovrete mai smettere di cercare! Cercate, cercate e, se non trovate quello che davvero volete, continuate a cercare ancora. Non arrendetevi, non è solo uno il sentiero che porta alla felicità. Voi seguite una strada che sia solo la vostra, seguite le pietre, loro vi indicheranno la via. E se vi perderete, vi riporteranno a casa.»

 

La voce nascosta delle pietre

Chiara Parenti

Editore: Garzanti Libri

Collana: Narratori moderni

Anno edizione: 2017

Pagine: 384 p , Rilegato

EAN: 9788811672074

Annunci

3 pensieri su “Recensione : La voce nascosta delle pietre di Chiara Parenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...