Recensione : Domina di Lisa Hilton

“Domina”  di Lisa Hilton, edizioni Longanesi 

L’autrice Lisa Hilton ha cercato, con questo sequel, di cavalcare l’onda del grande successo riscosso dal suo romanzo “Maestra”.

L’operazione, a mio avviso, non è riuscita perfettamente.

Maestra” è stato ed è tutt’ora un thriller avvincente, mozzafiato, unico nel suo genere. Ha conquistato milioni di lettori con la sua trama e la sua prosa accattivante. Il suo ritmo narrativo è stato sicuramente la sua arma vincente, il susseguirsi delle vicende toglie il fiato, e questa, ahimè, è stato il primo riscontro negativo su “Domina”.

Il ritmo, fin dalle prime battute, risulta un po’ forzato, lento. La storia parte in sordina, con una protagonista nuova, radicalmente cambiata nello spirito, non ritroviamo più la ragazza forte, impavida, calcolatrice, qui risulta più appannata, frivola, e questo mi ha un po’ disorientato.

Non vedevo l’ora di rincontrare quel tipo di personaggio che mi ha affascinato, che ho sostenuto, mi ritrovo invece una donna alle prese con paure e mille dubbi, che si è accomodata nel suo nuovo ruolo che lei stessa si è costruita.

Mi ha deluso, ma poi ho pensato che fosse una scelta della Hilton, che tutto questo giustificasse una trama di cui non ero ancora a conoscenza.

Con queste premesse ho proseguito la lettura, ma a fatica, e più proseguivo e più la trama non mi convinceva; e non mi ha convinto fino alla fine, specie quando sono comparsi nuovi personaggi , molti secondo il mio avviso, troppi.

Sono stati inseriti un po’ a casaccio, si sente una forzatura, io almeno l’ho percepita così. In alcuni punti risulta tutto troppo confusionario, passaggi che richiamano spesso “Maestra”, per giustificare la presenza di personaggi e il loro inserimento in passaggi cruciali del romanzo.

Mi sono spesso ritrovata ad interrogarmi sull’effettivo ruolo di ognuno, un totale caos. No, non mi è piaciuto, specie la conclusione, sterile e deludente.

La storia non mi ha convinto, la protagonista l’ho trovata molto sotto tono, e solo verso la fine l’ho ritrovata, seppure, solo una vaga parvenza della donna forte, magnetica e calcolatrice di “Maestra“.

Di “Domina” ricorderò soprattutto le note sull’arte, lì l’autrice ha dato il suo meglio, si denota proprietà e competenza della materia. Ha stuzzicato la mia sete di conoscenza, e mi sono ripromessa di approfondire lo studio di alcuni grandi pittori e scultori del passato, tra cui spicca su tutti il grande Caravaggio.

Le descrizioni della sua opera, così misteriosa, simbolica , lo hanno reso ancora più grande ai miei occhi ; in più la sua biografia costellata da eventi traumatici, omicidi e fughe roccambolesche, hanno enfatizzato ancor di più la sua aurea di mistero.

Scheda dell’editore

Maestra è tornata, più forte e sensuale di prima. “Domina” di Lisa Hilton vede la sexy collezionista d’arte alle prese con nuove avventure e nuovi uomini a cui dovrà concedersi per realizzare i suoi desideri. Stavolta Judith Rashleigh, in arte la Maestra, è riuscita nel suo primo sogno: quello di aprire una galleria d’arte a Venezia. Per il mondo non è più Judith, ma ha un altro nome e celando la sua vera identità e il suo passato poco chiaro, vive in questo paradiso di angolo di mondo cercando di ricostruirsi almeno un presente. Ma non si sfugge al proprio passato e proprio un episodio avvenuto anni prima la farà catapultare in un mondo sommerso e un omicidio la costringerà a riallacciare loschi rapporti e a nottate di sesso estremo. L’obiettivo è quello di mantenere la sua posizione, continuare a vivere a Venezia e circondarsi di bellezza. Ma fino a che punto è disposta ad arrivare Maestra? Riprenderà in mano i suoi frustini per sfuggire ai malavitosi serbi? In una fuga senza fiato, verso la salvezza e forse verso nuovi crimini, Judith percorrerà mezza Europa, passando dall’Inghilterra alla Calabria. “Domina” di Lisa Hilton con la sua protagonista forte, sicura di se e disposta a tutto pur di mantenere la sua posizione, disegna una nuova eroina dei nostri giorni, molto diversa da Lady Macbeth o da Elisabeth Bennet, ma non per questo meno interessante.

Domina
Lisa Hilton
Traduzione di Sara Caffini
Collana: La Gaja scienza
Pagine: 350
Prezzo: € 16.90
In libreria dal: 2 Maggio 2017

EAN: 9788830444447

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...